martedì 25 marzo 2008

Tutto in un abbraccio



Roma, 23 marzo 2008 - Stazione Termini ore 15.30

Anche se non mi vedo in viso mi riconosco in questa foto. Riconosco quello slancio e quel calore e quel senso di protezione che solo un abbraccio riesce a dare.

Vedo in questa foto una felicità che la Vita ci concede ogni tanto, come fosse un piccolo premio a cui non bisogna abituarsi troppo.

Vedo una Sara che anche se è di spalle ha gli occhi che le ridono e quando lei ride s'illumina.

Vedo lui, emozionato, che sollevandola con estrema facilità le sussurra all'orecchio frasi dettate dal potere dell'attesa.

Vedo e rivivo la magia di un momento, sento ancora il calore di quelle braccia attorno ai fianchi.

C'è tutto in un abbraccio...è fondersi e confondersi con un altro corpo,un pò come quando si fa l'amore. Abbracciarsi forte, stringersi, significa voler sentire l'altro, custodirlo stretto stretto per qualche istante come fosse un prolungamento del proprio corpo, come fosse una parte di sè che si ha paura di veder scivolare via.

Ci si abbraccia anche senza mani a volte..come quando ci si cerca con gl'occhi in una stazione affollata e rumorosa. Ancora non ti trovo ma senti già che ti sto abbracciando con tutta la forza che il mio corpo permette.

....Abbracciami perchè mentre parlavi ti guardavo le mani, abbracciami perchè
sono sicuro che in un'altra vita mi amavi.."

16 commenti:

rompina ha detto...

emoziooooneeeee....!!!
ma...ti sei portata il fotografo...??? :oD

AndreA ha detto...

Ho guardato la foto, ho letto il post...
"Vedo una Sara che anche se è di spalle ha gli occhi che le ridono e quando lei ride s'illumina.

Vedo lui, emozionato, che sollevandola con estrema facilità le sussurra all'orecchio frasi dettate dal potere dell'attesa.

Vedo e rivivo la magia di un momento, sento ancora il calore di quelle braccia attorno ai fianchi."

Mi sembra proprio siano le parole che la fotografia, che non può parlare, avrebbe voluto dire...

Hai reso in pieno l'idea...bellissimo momento!!

Un...abbraccio, buona notte!! :-)

Master of Fouls ha detto...

...fortunato il destinatario di quell'abbraccio...e fortunata Lei...

MoF

Sturm und Drang ha detto...

Magari ti ama anche in questa vita!

Bk ha detto...

Lui è appena arrivato.
E' stanco.
Ha i km del treno nella testa e nei muscoli indolenziti da scomode posizioni.
Lei è troppo che aspettava.
Non so se resisteva ancora un minuto a pensarci bene.
Lacrime e mancanza la attanagliavano.
Ora è passata... ma ancora no.
La testa è sul suo collo stanco, lei forse piange o forse no... ma sente il freddo sciogliersi ad ogni respiro.
Perchè lei ora sta solo respirandolo.
Null'altro conta.
Quanto ci vorrà? Non lo so dopo quanti respiri si attenua la mancanza, ma lui la terrà in braccio tutto il tempo che ci vuole. Nonostante sia stanco.
Il tempo si ferma, anche se fra poco si riguarderanno negli occhi e nessuno si sentirà più solo.
Forse per poco... ma fosse fatta così la felicità? Mancanze e riempimenti? Asfissia e respiri.
Freddo e Caldo. Vuoto e Abbracci?
Mi sento meglio sapendo che si sono ritrovati... anche per poco.
Gli abbracci sono contagiosi.
Fanno stare meglio anche chi sta vicino.
Un abbraccio Sara.
Bk

Giulianissima ha detto...

che bella foto e che belle emozioni evoca...
le stazioni sono un luogo strano...sempre un pò malinconico...gente che parte, gente che arriva, con il carico di esperienze e sentimenti...

Anonimo ha detto...

...effigurati se ero stanco!!!

ma neanche per idea...come fai ad essere stanco, quando ti si para davanti una bellezza come Lei...

no no...bk...niente stanchezza...solo entusiasmo...

ice ha detto...

ma porca miseria! a me ste cose fanno commuovere! io odio commuovermi poi mi si scioglie il ghiaccio!

Marco ha detto...

amatevi...

DIDI ha detto...

EMOZIONANTE :)

Gianluca ha detto...

massì amatevi e non fatela tanto lunga :-)))
che belli che siete..

Fragola ha detto...

bè...lo hai liberato questo Principe! brava!
ma, come dice rompina...chi ha fatto la foto?

Spippy ha detto...

A me sto post piace da morire. E' emozione allo stato puro.

Un baciottolo.

piccola ile ha detto...

Dovrò incominciare ad andare anch'io in giro per la città con un cartello con scritto "free hugs"...ne ho proprio bisogno :)
La stazioene è sempre un luogo evocativo...suscita sempre qualcosa...
Bello :)

Federica ha detto...

leggendo il tuo post mi son tornati una serie di abbracci in stazione e non... c'è un po' di malinconia in questi ricordi, ma anche tanta voglia di riprovare e di rimettersi in gioco!! ho voglia di abbracci!!
ma chi te l'ha fatta la foto?

Sara ha detto...

@ tutti voi che leggendo vi siete emozionati e mi avete trasmesso calore con le vostre parole...
Questo è il post che sento più mio e che mai mi sarei aspettata di scrivere...contenta di averlo condiviso e di aver rivissuto attraverso il potere delle parole,anche le vostre,un attimo così importante e così atteso. Quegl'attimi che ti fanno pensare che poi forse la Felicità non è così astratta. A volte la si tocca con mano,anzi,la si stringe tra le braccia in un'affollata e rumorosa stazione di una grande,immensa città.
Un sorriso per tutti voi...:-)