lunedì 14 aprile 2008

Un pò di me...

(Uno dei miei disegni senza titolo che rende meglio il suo significato con le parole di "Quando sarò capace d'amare")


Ultimamente noto che mi capita di scrivere in preda ai più disparati stati d'animo...scrivo se sono felice, arrabbiata nera, delusa, sospettosa, triste...


La scrittura in un certo senso sublima queste mie sensazioni, che a volte, troppo spesso, tengo chiuse dentro di me. Ultimamente parlo di meno...ma forse significa che sto crescendo, so che me la posso cavare da sola. Oppure che mi mancano certi abbracci...sì, essere abbracciata a volte mi aiuta a parlare. Mi fa sentire accolta.

E ci si può abbracciare in tanti modi..con un sorriso, una lettera, una lunga telefonata nel cuore della notte che ti fa stringere a quel corpo attraverso le parole.


Pochi hanno accesso a quella parte di Sara che parla veramente di se stessa, senza censura alcuna...pochi davvero, forse due o tre.

Gli altri sostengono che riescono a leggermi in viso ciò che penso...Vero, forse un grande difetto è che riesco a nascondere ben poco, ma questo mi porta sempre al dialogo diretto...anche se a volte parlare, parlare, parlare...c'è chi non ti capirà mai.

Io non so se li so capire gli altri, ascolto le mie sensazioni "di pancia" quando sfioro qualcuno e poi, mi dicono sia un gran pregio, lascio parlare..il mio orecchio c'è sempre, forse donandoti la mia totale attezione in quel momento, capisco se posso fidarmi di te.

Ci vuole poco per perderla la mia fiducia, veramente un attimo ma che sia ben fatto e ti ritrovi completamente senza.


Io mi fido tanto di me stessa e delle mie, personalissime, a volte esagerate, deviate, Sensazioni...non mi hanno mai tradito, così come io non ho mai tradito me stessa. E per tradirsi intendo dire venir meno a quella che è la propria natura, i propri sogni...Mi sono fatta del male, mi sono perdonata, mi sono persa e poi ritrovata ma tradita MAI.



Oggi, a 23 anni posso dire che so quello che voglio.



Sento di essere sulla strada giusta che mi porterà ad affrontare non poche salite e inevitabilmente, qualche volta, a dover viaggiare SOLA..

Ho voglia di evadere un pò e se dessi ascolto ad una parte di Sara lo so che farei...ma l'altra parte, quella più grande e ponderata o semplicemente la più cagasotto mi dice di star buona dove sto, per il momento.


Sono complessa io..intricata, forte & fragile, misteriosa, metà in luce metà in ombra, sensibilissima a recepire ogni stimolo esterno.


C'è una sorta di guerriglia interna tra la mia parte piccola e quella adulta...


A chi dò retta???


Sempre alle sensazioni...a quelle razionali e a quelle istintive, a quelle che mi fanno arrabbiare e commuovere, stupire...


Ieri sera da Bonolis guardavo Alda Merini, la mia poetessa preferita...alla domanda qual è il senso della Vita, ha risposto con la saggezza dovuta all'età e alla terrificante esperienza del manicomio, "la vita non ha un senso, siamo noi che gliene diamo uno..."


Il senso della mia vita lo conosco solo io...

Anch'io come Alda scrivo poesie..non sono a quei livelli così carichi di misticismo, passione, erotismo e sofferenza...ma per il momento, brevi frammenti delle sue poesie fanno da voce a quello che con i miei disegni cerco di esprimere...


Il disegno...a pensarci bene questo, come la scrittura e la poesia, è una grande forma di sublimazione.

Che almeno tutto questo vociare di emozioni che vogliono dire la loro, porti a sviluppare sempre di più la mia vena creativa verso forme più alte. Sarebbe davvero una gran bella cosa.

17 commenti:

Calimero ha detto...

Ciao Sara... passavo di qui e questo post mi ha colpito... oggi è un giorno un pò no... so quello che voglio ma trovo persone che ostacolano il mio cammino... le tue parole mi hanno ridato fiducia... grazie...
Cali

AndreA ha detto...

Non c'è una strada unica...di momento in momento devi scegliere ascoltando le Tue sensazioni, le tue emozioni, la Tua Passione di quel momento...

Un abbraccio e... se passi da me c'è qualcosa da fare!! ;-)))

rompina ha detto...

"Il senso della mia vita lo conosco solo io..."

Niente di piu' vero, Saretta...il resto ce lo siamo gia' dette.
Un abbraccio,

L.

stoneeaten ha detto...

vorrei che la parte adulta non prenda mai il sopravvento in me...e nemmeno in te, non lo auguro a nessuno.
Vorrei solo (!!!) che trovasse un equilibrio.
vorrei che fosse in bilico con la spensieratezza e la professionalità dei bambini nell'essere felici.
W Peter che sta dentro di noi.

DIDI ha detto...

...due esseri mlto simili...io e te...forse ascolto troppo e parlo troppo poco...le mie emozioni reali le conosco io e solo io...dei miei amici mi fido ma forse non fino in fondo...ho imparato nel mio percorso a fidarmi solo di me stessa...xche io mi conosco veramente fino in fondo. Forse un po troppo emotiva...un po permalosa...e tutte le mie emozioni vengono allo scoperto come se niente fosse.. a volte non mi riesco proprio a nascondere da cio che provo e forse cio è un difetto...

complimenti x il disegno..trasmette molto ;)

Teddymorsicchio ha detto...

Trovo che le tue riflessioni siano da ragazza molto matura anche se sei giovane, complimenti,Patty

pansy ha detto...

Alda Merini piace anche a me...

AndreA ha detto...

Oggi non per un MEME ma per qualcosa di più speciale...passa da me...

Un bacio, a presto!!

alf ha detto...

bello il tuo blog.. scoperto un pò per caso un pò per non mi ricordo come!!
lasciare vivere sempre quel peter pan che c'è in ognuno di noi

Gianluca ha detto...

Sì riflessioni che sono inusuali in una ragazza della tua età..ti leggo sempre con piacere..
un bacio
E continua così..non tradire mai te stessa!

piccola ile ha detto...

"il mio orecchio c'è sempre, forse donandoti la mia totale attezione in quel momento, capisco se posso fidarmi di te."...la vediamo allo stesso modo...quante ore a parlare con "quelle" persone che in qualche modo hanno toccato corde dentro di te,che ti hanno fatto capire che quell'incontro nn è stato casuale...
Continua a nutrire la tua vena crativa...mi piace molto il tuo disegno (e mi piace molto la schiena di un uomo).
E continuiamo a vivere di sensazioni...che senza dubbio a volte ci hanno provocato dolore,ma senz'altro ci hanno fatto sentire vive :)

Baol ha detto...

La scrittura è catartica, almeno per me, mi ripulisce di molti pensieri ed altri me ne fa nascere nuovi.
Ciao

Federica ha detto...

Lasciato un meme...

Federica ha detto...

c'è una cosa per te che ti aspetta da me!

Sara ha detto...

@ calimero: Ciao,sei sempre la benvenuta! é bello sapere che qualcuno si immedesima in ciò che scrivi e ancora più bello sapere che le mie parole ti hanno ridato fiducia..hai scritto una cosa bellissima,grazie :-)

@ AndreA: eh già..infatti mi ascolto sempre..sto riflettendo sul Meme..:-)

@ Rompina: è vero...e per il resto..grazie a te. Ti abbraccio :-)

@ Stone: L'equilibrio è la cosa più difficile..nella Vita, nei rapporti,nella danza, con se stessi..
W peter pan..e le fatine!:-)

@ didi: forse si,siamo simili.. proposito, sono curiosa dei tuoi disegni..me li mandi???daiiiii :-)

@ Teddy: grazie..certi complimenti specie se detti da una donna, fann ancora più piacere...:-)

@ Pansy: è strepitosa...:-)

@ AndreA: onoratissima...GRAZIE!!un abbraccio :-)

@ Alf: ciao alf..capita,navigando nell'immenso mare di Internet di scontrarsi...:-)

@ Gianluca: grazie..mi fa davvero piacere..ultimamente non avrò tato tempo x scrivere ma tornerò presto!:-)

@ PiccolaIle: verissimo ciò che dici...e sono contenta ti piaccia il disegno,magari ne posterò altri!bacio:-)

@ baol: vero, trasforma un pensiero in parola..è difficile..per questo amo la poesia...:-)

@ federica: grazie cara! dammi un pò di tempo x pensarci...:-)

DUBBAFETTA ha detto...

si scrive sempre in preda a qualche stato d'animo, e si legge da predatori

AndreA ha detto...

Da me c'è un premio da ritirare!

Un abbraccio, buona notte!! :-))))