giovedì 17 gennaio 2008

Qualche volta mi sento così


Ci sono momenti in cui mi sento proprio come lei: incastrata,stretta,graffiata.

Come ci sono finita in quella stradina se a priori sapevo di non passarci?

3 commenti:

stoneeaten ha detto...

è molto semplice:
hai desiderato per un attimo o anche più, di verificare se ci saresti passata o meno. Anzi, nel momento in cui hai imboccato la strandina ti sei detta: "certo che riuscirò a passarci, sono io, io riuscirò dove altri hanno fallito".
va bhè, sarà il caso che vada...ho davanti 4ore di macchina e un telefono che non suonerà per lavoro...il che mi garantirà del tempo sicuramente per pensare...e non è detto che domani mattina non abbia un'altra versione dei fatti, un'altra risposta da darti, un altro pensiero, sperando che sia un "pensiero felice".
vado...mi metto in autostrada...così non corro il rischio di rimanere incastrato, in ogni senso.

PeterPan ha detto...

forse devi fare la cyclette anche tu...solo il tango non basta!!
Hai messo su dei chiletti e non ci passi!!

dai che scherzo:-)

un bacioneeeeeeeee

Sara ha detto...

@ stoneeaten: Esatto! hai centrato il punto! Il mio pensiero è stato proprio quello,sarà che sono una "capocciona" e devo sempre andare a vedere,non lasciare nulla di intentato..
E può capitare a volte di restare incastrata,come quell'auto. Ma poi ci si libera,si prosegue imboccando altre strade che chissà dove ci porteranno..
Sei il benvenuto qui,per un pensiero,felice o no,per un saluto...:-)

@ peterpan: davvero carina!:-)
Ma lo so che scherzi,vai tranquilla..anche perchè pure se mi fossi arrabbiata 'sti 50 kili di femmina non fanno di certo paura!!! :-)