martedì 5 agosto 2008

Note per me

Stasera vado a sentire Daniele, un caro amico, che tiene un concerto, a Villa Torlonia. Suonerà tanghi di Piazzolla, accompagnato dal delicatissimo suono del piano di Giovanni.
Ogni brano sarà un'emozione che mi riporterà ad un ricordo, vicino o lontano..
Sarà una piccola lacrima per Adios Nonino, che forse da Lassù sentirai pure te, vero nonno?
Sarà voglia di alzarsi e ballare sulle note di Libertango...passionale e intensa come l'Amore, avvolgente come un abbraccio stretto.
Sarà Oblivion, in assoluto la mia preferita, che mi fa pensare ad un Amore lontano. Intenso, denso, struggente. Malinconica quanto lo sono i ricordi, bella come lo è solo il sorriso di chi si ama.
Lì scenderà una lacrima, ma, come ho sentito ieri sera in un film "una sola ma che sia sincera".

8 commenti:

Faby ha detto...

Wow Sara...che belle musiche...ascoltandole ti sto immaginando ballare. Sara fatti travolgere totalmente dalla tua passione...vivi, piangi, sorridi...alla fine sono emozioni e fin quando proverai tutto questo ti sentirai viva. Giov parto se non ci si legge ti mando un abbraccio. A presto:)
Ps So a cosa alludi parlando dei ricordi malinconici...anche per me è stato un periodo no...ma ora mi sto riprendendo...dopotutto ci si rialza sempre;)

Giulianissima ha detto...

adesso ascolto oblivion anche se ho un pò paura di quella piccola lacrima. ne ho paura, perchè all'improvviso, succede, diventa un'ondata irrefrenabile di emozioni. Buona serata, chissà che non venga anche io a fare un salto.

DUBBAFETTA ha detto...

passione, passione, passione, era paz vega vero?, si era paz vega. Passione , passione, passione

Pupottina ha detto...

ciaoooooooo
sono tornata a casa.....

il principe azzurro come sta?
e tu? a che punto sei?

spero la serata musicale sia andata bene....

^_________^

digito ergo sum ha detto...

che a suonare astor ci vuole già un bel tecnicismo. lacrime, sorrisi e abbracci, alla fine, sono tutte voci interiori che scazzottano per uscire. con la stessa intensità. prova a viverli tutti insieme. abbraccia qualcuno, mentre piangi e sorridi nello stesso momento. poi sembra di volare, di essersi tolti un peso. ti abbraccio

Sara ha detto...

@ faby: questi giorni tornerò a ballare, mi manca vivere il tango con quella passione che mi libera la testa..buone vacanze e divertiti tanto! un bacio

@ giulianissima: Oblivion significa tanto per me..è bellissima.
E ricorda, ce lo siamo promesso, a settembre ci si incontra! :-)

@ dubba: passione passione passione..sempre,in ogni cosa che faccio,con chi amo ancor di più.

@ pupottina: ciao! il principe azzurro??ehm...
io? a che punto sono?vado avanti verso le cose in cui credo...;-)

@ digito: infatti Daniele è strepitoso, trasmette un carico emozionale che è difficile non sentire.
Ho pianto sentendo Oblivion abbracciando chi in quel momento non era vicino,ma che sento DENTRO.
Belle emozioni,splendide note e dalla piccola postazione musicale, un occhietto d'intesa,solo per me. :-)

digito ergo sum ha detto...

ehi, chiedo scusa per l'intrusione bis ma, rileggendo qualche tuo post, mi sono detto che te, a mio modesto e del tutto inutile parere, c'hai un bel modo di concepire le cose e che, da qualche parte, questa "forma mentis" deve portarti. so che stai passando un momento così, spero che questa mia insulsa considerazione ti faccI (congiuntivo ticinese), anzi... meglio... ti diI, un po' di calore.
ti abbraccio

pansy ha detto...

Sara, ti volevo lasciare un salutino, stacco per un pò, perchè vado in ferie :)) un bacio :*