venerdì 14 marzo 2008

Stonata


Sono stonata.

Non nel senso di intonazione vocale vera e propria, non sono una cantante anche se qualcuno trova piacevole la mia voce.

Stonata come la nota o la persona fuori dall'unanime voce del coro, quella sempre fuori tempo. Il tempo altrui però...nel mio tempo ci sto,ora alla grande. Ho lottato invano per riavere indietro quello rubato..

Stonata perché mi sono meravigliosamente scoperta in disaccordo con quello che, spesso, in maniera ipocrita, è il comune pensare.

Forse talvolta sono sopra le righe, bado poco alle convenzioni o convinzioni che bisogna avere per vivere in questa società. Ho le mie certezze, forse stonate pure loro.

Io canto la Vita e me stessa a modo mio. Andando fuori tempo, scegliendo a volte note troppo alte o troppo basse ma comunque ci provo.

Forse essere esistenzialmente stonati significa essere un pò più liberi...liberi di regolare il volume della musica che in quel momento sentiamo correre dentro. Tante note nella pancia suscitate al solo pensiero di tre piccole parole sussurrate prima della buonanotte.

A volte invece amo il silenzio...non quello dell'enorme muro di gomma dell'incomunicabilità ma quello che sa parlare. Quello che dice tutto senza far rumore. Il silenzio degl'occhi complici di due amanti sdraiati su un letto di sesso e amore.

Sono la voce stonata di una giovane donna che ha da poco imparato a parlare e a cantare a se stessa.

Stonata come una promessa mai mantenuta, stonata come una fitta di gelosia dopo una giornata che, stanca, voleva solo riposare.

Felicemente stonata.

Felicemente imperfetta.

E le persone

che ora stanno incontrandosi

con le parole

che si stanno scambiando

e quei destini

che ora stanno scontrandosi

ci si può perdere.

Nelle occasioni mancate

e le porte chiuse

nelle note stonate io ti sento

(Giorgia-Stonata)

7 commenti:

rompina ha detto...

sempre fuori tempo per il mondo, in armonico disaccordo con me stessa a volte...i miei silenzi che parlano...e chi mi conosco sa quanto siano frequenti ed espressivi...Sara, hai dipinto anche me...
forse siamo stonatamente intonate... ;o)

DIDI ha detto...

Stonata come me
che nn faccio mai la scelta giusta perchè ho paura di cadere
di sbagliare, di ferire.
la vita riesce ad essere stonata
quando cerchi di cambira
ma non sai dimenticare.
Stonata come me
che non dico mai la frase giusta
perchè ho paura di te
che hai paure di me
e di cambiare.

...in fondo siamo tutti un po stonati...

Bk ha detto...

"Tante note nella pancia suscitate al solo pensiero di tre piccole parole sussurrate prima della buonanotte."...
Come il cuore del carciofo...
è questo il cuore del post?...
ci vogliamo bene da soli,
cerchiamo di essere orgogliosi di noi,
impariamo a respirare da soli,
a cantare mentre camminiamo per farci compagnia...
ma quello che vogliamo è solo quello...
tre parole sussurrate prima della buonanotte:
le tue suonano più o meno come...
"Sara ti amo"?
Bk

AndreA ha detto...

Sai, è da diversi anni ormai che ho imparato ad essere STONATO, dopo tanto essere intonato e "nel gregge".

A proposito di silenzio, se ne parla anche da me....

Buona domenica! :-)

Master of Fouls ha detto...

...ma il termine "stonata" non è bello...io penso che siano gli altri ad essere STONATI...gli altri...quelli che si intonano tra loro...dopotutto...da direttore di coro, capita che una sezione (tipo quella dei bassi...ihih) canti delle note alla cazzo, rimproverando l'unico di loro che canta la parte giusta...a quel punto, anche se lorosi credono intonati, NON LO SONO...

a furor di metafora, se la vita è il TUO spartito, tu sei intonata perchè lo leggi ed esegu ile note giuste...STONATI sono color che leggono lo spartito di un altro...

;-)

MoF

acquachiara ha detto...

Vedo che è un discorso che gironzolava anche nei tuoi pensieri :-)
Il mio post e di qualche tempo fa ma il tema della libertà interiore e di pensiero è sempre attuale, in effetti, ma non è così facile, l'aspetto corretto sarebbe muoversi nel "giusto".
Non è facile perché il giusto è rappresentato da ciò che è necessario per l'evoluzione della nostra anima o Se superiore, spesso in totale contrasto con i nostri desideri o le nostre azioni, è il cuore (inteso anche come sede dell'anima) a sapere dove andare, ma non sempre la mente è d'accordo :-)

Sara ha detto...

@Rompina: L'importante è non andare mai fuori tempo,il ostro però...-)

@Didi: è vero..:-)

@Bk:attento lettore..:-)
Bellissimo e delicato commento il tuo,dico davvero..
Ti sorrido,con le guance un pò arrossate per l'imbarazzo..:-)

@AndreA:io da poco,o forse lo sono sempre stata ma non ne avevo preso consapevolezza...corro da te!:-)

@Master: esattamente...sono intonatissima!!!sempre metaforicamente parlando...;-p

@Acquachiara: Nei miei pensieri corrono tutte le autostrade italiane!:-) scherzi a parte, è vero..spesso mente e cuore fanno a botte tra loro.Chi vincerà??

L'Anima x me è "quello spazio indifeso" come canta la Nannini,(non so dargli altra definizione..)
che va protetta,alimentata,mostrata solo a pochi..
Grazie per la visita :-)