giovedì 24 gennaio 2008

Strano il mio Destino...

Sono una che crede nel Destino,nel Fato,in quello che talvolta la razionalità non riesce a spiegare.
Non mi abbandono al fluire della Vita,semmai mi lascio guidare,che è diverso.
Affronto gli eventi con emotività ma mai con rassegnato fatalismo...
Credere nel Destino non significa essere passivi,semplicemente restare meravigliati di fronte a certi avvenimenti,incontri,imprevisti della Vita.
Ci sono strade per le quali devi passare,ne ricorderai la fatica e gli sguardi incrociati..alcuni sguardi non li dimenticherai mai.
Penso al Destino talvolta come un sentiero,altre come un cerchio aperto,altre ancora come un libro...Ecco,un libro. Non so a che pagina sono arrivata,ma non voglio saltarne neanche una,non voglio correre alla fine per vedere come va a finire.
Come nei libri più belli,fino all'ultimo non si sà cosa può accadere.
Il mio Destino e' stato curioso fino ad ora,dispettoso,sorprendente,generoso,severo.
Sara continua per la sua strada e alla fine del libro mancano ancora molte pagine che portano nomi,storie,Destini che s'incrociano...
Una melodia nella testa che fa vibrare le corde dell'Anima e dei ricordi: Le Onde - Ludovico Einaudi.

3 commenti:

stoneeaten ha detto...

Giunge come fulmine a ciel sereno il tuo post.
Giunge come gioco del destino (secondo me non merita propriamente la lettera maiuscola...visto quante me ne ha tirate...cmq va bene uguale)...
giunge come "quello che talvolta la razionalità non riesce a spiegare". Giunge semplicemente inatteso.

Giungono "strane" e "stranamente familiari" le tue parole:
"Destini che si incrociano"
"vibrare le corde dell'Anima"
Giunge piacevolmente familiare il ricordo trasportato dalle "Onde"... e Spesso mi faccio cullare chiudendo gli occhi.
Buon viaggio...compagna in questo casuale viaggio!

Sara ha detto...

Casuale viaggio ma con molte cose in comune secondo me..
Forse è questa la singolare familiarità che noti.
Mi piacciono i tuoi commenti e sono contenta che continui a leggere i pensieri,le riflessioni e le fantaminchiate di una romana 23enne che non capisce il tuo dialetto! :-)

Master of Fouls ha detto...

...sto leggendo a ritroso il tuo blog, perchè ho scoperto che mi piace molto il tuo stile...permettimi una nota in calce...adoro le onde di einaudi...al punto che prima me leo sono trascritte tutte dal cd, non sapendo che esisetvano gli spartiti musicali...e poi saputolo, ho acquistato il volumetto...

...nei pochi momenti di relax, mi metto al piano e suono le sue note.

MoF